Elezioni Presidenziali USA: Considerazioni Preliminari


Monica Defend - Head of Global Asset Allocation Research

Monica_Defend

Donald Trump ha vinto le elezioni presidenziali americane 2016, ribaltando i sondaggi e le aspettative del mercato, diventando così il 45mo Presidente degli Stati Uniti.

Inoltre, i Repubblicani hanno mantenuto il controllo del Senato, un risultato che sembrava piuttosto incerto, così come il controllo della Camera, che invece era più probabile. Pertanto, Washington potrebbe avere in futuro minor stallo istituzionale (essendo Presidente e maggioranza congressuale dello stesso partito), anche se, considerando che gran parte del partito repubblicano si è opposto a Trump durante la campagna elettorale, non ci sarà a nostro avviso un processo così fluido al Congresso.
L’alta volatilità che ha caratterizzato le settimane precedenti le elezioni, così come le iniziali reazioni dei mercati in Asia e negli Stati Uniti, guardando al mercato dei future, sottolineano la necessità di un rigoroso controllo dei rischi per tutelare i portafogli dei clienti. Al tempo stesso, crediamo che interessanti opportunità d’investimento possano essere colte dai gestori attivi.


Quale è la valutazione di questi risultati elettorali?
Donald Trump ha vinto la corsa alla Casa Bianca in un contesto che ha mostrato un elettorato fortemente diviso sotto diversi aspetti come quello urbano/rurale, razziale, demografico ed altri. Inoltre, c’è una buona dose di incertezza intorno all’azione politica che intraprenderà, visto che nel corso della campagna elettorale c’è stato molto spazio dedicato alle provocazioni ed alle reciproche accuse e molto poco ad una analisi fattuale dettagliata dei programmi politici ed economici.
L’imprevedibilità dell’esito e il cambiamento generano preoccupazioni per la maggior parte degli operatori di mercato, come dimostrato dalla reazione dei mercati, a livello mondiale, nel momento immediatamente successivo al risultato elettorale. In particolare, ci sono preoccupazioni che Trump possa intraprendere una ‘guerra commerciale’ con la Cina, o iniziare a disincentivare fiscalmente quelle società che vorranno delocalizzare parte delle loro attività al di fuori degli USA.
Tuttavia, crediamo che un’azione moderatrice del Partito Repubblicano possa seriamente limitare la possibilità per Trump di attuare molte delle sue controverse iniziative, come quelle collegate al commercio internazionale, il rifiuto verso tutti gli attuali accordi commerciali, e la messa in discussione dello storico supporto degli USA verso gli accordi con la NATO (e tutto ciò che questo potrà comportare per la stabilità in Europa). Ciò potrebbe favorire la lunga tradizione americana di una politica moderatamente favorevole verso l’imprenditorialità e le aziende. Anche se bisogna sottolineare come la Clinton avesse comunque annunciato di essere favorevole ad un atteggiamento meno liberista rispetto a quello del Presidente Obama ed al tempo stesso una politica più rigida sulle strategie di inversione della fiscalità delle imprese.

Approfondisci leggendo l'intervista completa.
clicca qui

I contenuti di questo documento hanno carattere puramente informativo e si riferiscono ad analisi di mercato e/o approfondimenti, che tengono conto delle situazioni economico-finanziarie attualmente presenti. I dati, le opinioni e le informazioni in esso contenuti, sono prodotti da Pioneer Investments, che si riserva il diritto di modificarli ed aggiornarli in qualsiasi momento e a propria discrezione. Non vi è garanzia che i paesi, i mercati o i settori citati manifestino i rendimenti attesi. Le informazioni fornite non costituiscono un prospetto o documento d’offerta né possono essere intese come consulenza, raccomandazione o sollecitazione all'investimento. Il documento e ogni sua parte, se non diversamente consentito e/o in mancanza di una espressa autorizzazione scritta di Pioneer Investment Management SGRpA, non potrà essere copiato, modificato, divulgato a terzi, diffuso con qualunque mezzo e più in generale qualunque atto di disposizione o utilizzo di informazioni ivi contenute sono vietati, salvo espressa indicazione contraria. Pioneer Investments è il marchio che contraddistingue le società di gestione del risparmio del Gruppo UniCredit.